mercoledì 29 settembre 2010

Lavori in corso

Cosa serve per una sedia se non un bel cuscino???


lunedì 27 settembre 2010

Quando gli oggetti parlano

Ero da tempo alla ricerca di una sedia vecchia. Poco importa se malconcia, dipinta, sbollata, sverniciata. Basta sia vecchia, poi ci penso io. Pregusto un pomeriggio di settembre, sul mio minuscolo terrazzino, le finestre ancora aperte, la porta del soggiorno socchiusa e Puzzola che guarda la TV. Carta vetrata, un pò di polvere, l'aria frizzante quando il sole gira l'angolo del palazzo e la luce abbandona lo stretto rettangolo del pavimento. L'odore della cera, il fruscio della carta che leviga il legno, qualche brivido di freddo.
Me la trova lei, la sedia. Mia mamma, donna di grandi e misteriose risorse.
Nè bella nè brutta. L'aria di una che ne deve aver passate tante, vernice che si sfoglia al solo sfiorarla. Ma è molto simile alla sedia che avevo in mente, e quindi la prendo.
Dopo mezz'ora, sotto la carta vetrata appare un bel color biondo miele, che è esattamente l'effetto che desideravo. La patina del tempo viene via senza fatica, come se il legno non aspettasse altro che di essere riportato al suo colore naturale, a questa bella tinta dorata che credo starà a meraviglia nel posto in cui penso di metterla, una volta sistemata. Solo le gambe, nel punto in cui si saldano al sedile, sono difficili da grattare. Volto la sedia. La capovolgo sul pavimento, sulle pagine dei vecchi quotidiani che ho steso per riparare il grosso della polvere. Guardo meglio sotto il sedile. C'è una targetta metallica, un pò annerita, e un numero stampato con l'inchiostro, con un timbro che mi ricorda vagamente le scritte sui sacchi di yuta del caffè.
C'è il nome di una scuola. Una scuola della mia città. Immagino ragazzi, e cartelle, e compiti in classe, aereoplanini di carta, fogli di merende, gesso e lavagne. Le grida di un professore, lo schiamazzo degli studenti nei corridoi quando suona la campanella. La sedia di una scuola. Adesso mi spiego anche quella macchia sulla spalliera. Inchiostro, certo, ora non c'è dubbio.
Neanche una scuola a caso, no, ma la scuola che ha frequentato il mio babbo, millemila (cinquanta? forse sessanta?) anni fa..... La sedia mi sorride, burlona. Mi strizza l'occhio, mi dice che sono stata fortunata a trovarla, grazie alla mia mamma, chè una sedia così mica si trova, anche se un pò malconcia, anche se le crepe ci sono, e quei brutti chiodi sotto le gambe andranno tolti per forza, perchè il parquet l'ho appena riverniciato. La sedia di una scuola. L'olio la sfiora appena, perchè voglio che resti così. Più spoglia possibile, come levigata e sbiancata dalla sabbia e dal mare. Asciuga in un attimo. Perfetta. Piena di imperfezioni, graffi e macchioline di inchostro. Ma perfetta per me, e per la nuova scrivania di Puzzola...


domenica 19 settembre 2010

Sfida One More Scrap

Ecco la pagina per la sfida di Settembre di One more Scrap. Una combinazione di colori, e precisamente nero, azzurro, craft e bianco....
Nella foto Puzzola mangia una fetta di sacher torte; ho usato questa foto perchè la combinazione di colori proposta dalle ragazze di OMS mi ha fatto subito tornare in mente i colori della pasticceria in cui ci siamo fermati per mangiare qualcosa di dolce... c'erano tavoli neri, pareti bianche, lampade bianche e lavagne appese alle pareti, oltre a tovagliette e tende color ecru....

Per la pagina ho usato qualche ritaglino di carta sui toni dell'azzurro, una nastrino color ecrù (scuro), una semplice tag con arrotolato un pò di filo colorato, un pezzetto di carta (vagamente ingiallita e quindi in tinta....) di un vecchio libro e una strisciolina di carta da pacchi. Sul fondo della pagina ho fatto degli schizzi con l'inchiostro di china nero, e infine ho aggiunto un fiorellino di lana azzurro (ho appena imparato a farli e credo che ne riempierò le pagine per un bel pezzo... eh eh eh...)



venerdì 17 settembre 2010

Grazie a Dio è venerdi




giovedì 16 settembre 2010

Il primo giorno di scuola - parte 2°

Puzzola è tornato a casa, dopo il primo giorno di scuola, un pò perplesso e un pò disorientato... scuola nuova, lontano da dove si trova la scuola elementare. nuovi insegnanti e soprattutto nuovi professori. Che hanno assegnato compiti a casa fin da primo giorno. Nessun problema: i compiti si fanno, ci mancherebbe! E allora via: nervi saldi, cuore impavido, cervello connesso (come mamma raccomanda da ieri) e stomaco pieno, come la foto chiaramente dimostra... mica si vorranno affrontare le fatiche della scuola media senza qualche elementare genere di conforto, vero?
E a proposito di "primi giorni di scuola", in attesa del ritorno a casa del ragazzo ieri ho ricercato le mie pagine dedicate a questo evento. Questa è dello scorso anno, ed è già stata pubblicata sul blog...

Questa invece si riferisce all'inizio della 3° elementare, anno 2007: avevo appena iniziato a scrappare (e si vede....). Pagina dedicata ai preparativi....



... e pagina dedicata al fatidico giorno....


Avevo anche un "mini-mini album" dedicato al primo giorno della 2° elementare, fatto nella primavera del 2007 con foto dell'anno precedente; come detto ero all'inizio della mia passione scrappistica, e (come oggi ;-)))) infilavo nelle pagine di tutto. addirittura i residui delle matite temperate e.... un leccalecca!!! Che non ha mancato di fare il suo lavoro, sciogliendosi e rovinando le foto....

mercoledì 15 settembre 2010

primo giorno di scuola media!

maglioncino da bimbo ammodo...

scarpe pulite....

e naturalmente cuore impavido e cervello connesso!

martedì 14 settembre 2010

LE STORE DI MARGHERITA - piccola novità e piccolo freebie

Ecco le STORIE DI MARGHERITA, piccola novità de La Gugliata Screanzata. Amo molto questo personaggio, ideato per puro caso durante un lungo viaggio in treno (cosa non si fa per non leggere cose di lavoro....) e cucito solo questo fine settimana. Per festeggiare con voi, vi lascio un piccolo, minuscolo freebie: dei segnalibro che potete stampare su cartoncino bianco, e ritagliare.... basta cliccare sull'immagine per ingrandirla....



lunedì 13 settembre 2010

Preparativi per la scuola....

... tipo foderare i libri....



venerdì 10 settembre 2010

giovedì 9 settembre 2010

I libri dell'estate 2010